LONGO | Creative | Prestampa | Retinatura

Retini di stampa: ottimizziamo ogni immagine, sin nel minimo dettaglio

Al conferimento dell’incarico, viene definito il processo di stampa, la tiratura e il materiale su cui stampare (carta, cartone, plastica o altro, a seconda del prodotto). Infine, la scelta cade sui colori, sull’eventuale finitura, sul packaging e sulle modalità di spedizione.

Tutte le informazioni raccolte in fase di ordine danno vita alla prestampa, in gergo anche prepress, comprendente un riepilogo dei dati che precedono la stampa, l’elaborazione dei file, il lavoro di scansione, il fotoritocco e il layout, tutte attività eseguite da esperti tipografi. I testi, le immagini e i grafici, provenienti da diverse fonti, vengono così trasformati al computer in dati pronti per il processo di stampa, durante il quale LONGO ottimizza ogni singola immagine sin nel minimo dettaglio. In tal senso, un ruolo essenziale è giocato dal retino impiegato.

La retinatura, ovvero la scomposizione di immagini in pixel

Nel 1881, Georg Meisenbach inventò a Monaco di Baviera il retino su vetro, che scomponeva le immagini in puntini: in termini semplicistici, maggiore è la loro densità, maggiore è l’intensità del colore.

Nella gran parte dei processi di stampa, in un determinato punto è possibile scegliere di stampare o non stampare un colore, ma non si possono ottenere combinazioni o mezzetinte. Per avere una gradazione più intensa, con tonalità corrispondenti esattamente al campione, sono necessari punti di stampa molto piccoli.

Per la riproduzione di combinazioni e mezzetinte è essenziale quindi un retino con una maggiore finezza, in proporzione alla qualità del prodotto stampato che si desidera ottenere: maggiore è la precisione della configurazione, più sfaccettate sono le mezzetinte.

Il retino di stampa impiega semplici informazioni binarie: 1=stampare, 0=non stampare. Fin qui, può sembrare piuttosto semplice. Tuttavia, le esigenze tecniche legate alla qualità di un prodotto di stampa richiedono metodi di retinatura specifici.

Il retino a modulazione di ampiezza (AM)

In questo retino, definito anche periodico o autotipico , il reticolo geometrico è fisso e le distanze tra i singoli elementi sono costanti. Le tonalità sono determinate dalla dimensione dei punti: più sono grandi, più scura è la tonalità. La superficie ha un numero di punti predefinito.

Il retino stocastico (FM)

Questo retino è ancora più piccolo e le variazioni delle forme tipografiche sono ancora più visibili. Pertanto, i retini FM richiedono un’accuratissima calibrazione del processo. Tendiamo a impiegare raramente il retino stocastico poiché i suoi vantaggi (morbidezza dell’immagine, nessun effetto moiré e riproduzione fotorealistica senza la tipica struttura a rosetta) possono essere ottenuti anche con un Sublima.

AM

FM

XM Sublima

Sublima

Sublima è un’innovativa soluzione per retini che coniuga due tecnologie: la tradizionale retinatura a modulazione di ampiezza (AM) e quella a modulazione di frequenza (FM). Per questo, tale combinazione è chiamata anche XM o a modulazione incrociata.

La retinatura Sublima è concepita in modo da consentire una buona riproduzione anche del più piccolo punto nelle aree delle tonalità più critiche, ovvero luci e ombre: a tale scopo, la dimensione dei punti non scende mai sotto a un determinato valore, ma in compenso vengono omessi alcuni punti nelle zone immediatamente adiacenti. Nella restante area delle tonalità si comporta come un normale retino AM.

Vantaggi del retino Sublima:

  • assenza di rosette visibili
  • sensibile riduzione dell’effetto moiré
  • nitidezza dei dettagli nelle scritte colorate di piccole dimensioni
  • maggiore pulizia e continuità nei processi e nelle aree delle tinte piene
  • riproduzione fotorealistica delle immagini
  • adatto alle stampe più disparate
  • nessuna attività aggiuntiva richiesta durante la stampa
  • comportamento di stampa convenzionale
  • incremento della qualità di stampa
  • replicabilità senza problemi in fase di stampa

AM                                                                   XM Sublima

LONGO, una collaborazione eccellente per una stampa a regola d’arte

Per garantire un risultato ottimale su carta, la collaborazione in tipografia deve funzionare alla perfezione: fotoritocco, prestampa, produzione di forme tipografiche, illuminazione, stampa e controlling sono tutti processi che LONGO, a Bolzano e Augsburg, coordina in maniera eccellente.

Oltre a una tecnica all’avanguardia e a un know-how sempre aggiornato, il fattore essenziale per la qualità è la perfetta interazione tra i diversi processi, che determina una parte non indifferente del successo della nostra tipografia in Alto Adige e dei nostri specialisti nella stampa digitale ad Augsburg.

Convincetevene di persona e consultateci!