LONGO | Print | Finishing | Cover

Cover

Hardcover, softcover, copertine flessibili, brochure, paperback, tascabili: i termini utilizzati in tipografia creano spesso confusione. Talvolta, per le tipologie di rilegatura, si tratta solo di sfumature, sebbene tra le diverse varianti vi siano differenze sostanziali. 

Quale cover per cosa?

Le più comuni varianti di cover in breve:

  • Hardcover, spesso abbreviata in HC. Dorsi, parti anteriori e posteriori constano di un unico pezzo e il blocco del libro viene attaccato e incollato con lato anteriore e posteriore. Maggiori informazioni su stampa e produzione di hardcover, sono disponibili qui.
  • Softcover: nell’uso quotidiano, si parla per lo più di libri tascabili. Tuttavia vi sono molte altre rilegature di questo tipo. Maggiori informazioni su softcover, stampa e produzione sono disponibili qui.

Cover e contenuto: unità dall’interno e dall’esterno

La decisione in merito al formato, alla copertina e alla rilegatura più adeguata viene presa ben prima dell’inizio della stampa. Nel migliore dei casi, l’autore, l’editore o il committente ha già un’idea precisa di ciò che vuole e in fase di consulenza sulla produzione del volume si discute solo dell’“unità dall’interno e dall’esterno”, ovvero di una rilegatura in linea con lo scopo e il contenuto e della progettazione complessiva del prodotto. Naturalmente, senza dimenticare la soddisfazione del lettore!